Poletti: il governo Renzi introdurrà in Italia il reddito minimo

giuliano poletti

Poletti: diamo a tutti la possibilità di vivere dignitosamente.

Il reddito minimo, una misura riservata a persone o famiglie che versano in una situazione economica di estrema porvertà, è presente in tutti i Paesi europei (anche la Grecia ultimamente se n’è dotata) ad esclusione dell’Italia. In tutti questi Paesi, è generalmente garantito ad individui in età lavorativa il cui reddito è inferiore ad una soglia ritenuta di povertà. 

LEGGI ANCHE: L’Italia si dota del reddito di inclusione, da gennaio arriva il sostegno per i più deboli

In un’intervista a Repubblica, il Ministro Poletti spiega i passi che il governo seguirà per l’attuazione della nuova misura. “È un cambiamento radicale – dice il Ministro – perché nel nostro Paese non c’è mai stato un istituto unico nazionale a carattere universale per sostenere le persone in condizione di povertà. Vogliamo dare a tutti la possibilità di vivere dignitosamente. È una riforma che vale almeno quanto il Jobs act”

Secondo Poletti, chi percepirà il reddito minimo avrà anche delle responsabilità e dovrà accettare delle proposte di lavoro qualora ce ne dovessero essere.

PROMESSA MANTENUTA leggi qui.
Mauro Pileri

Mauro Pileri

LEAVE A COMMENT