Berlusconi: “Pensioni minime a 1000 euro anche per le casalinghe”

pensioni minime

Per Forza Italia l’intervento costerà circa 7 miliardi di euro, secondo il Sole 24 Ore 18 miliardi.

 

«Aumento immediato delle pensioni minime a 1000 euro per tutti, comprese le casalinghe che non hanno mai potuto versare contributi: sono le nostre mamme ed hanno il diritto ad una vecchiaia serena e dignitosa». È quanto promesso lo scorso 27 gennaio, in un’intervista al Sole 24 Ore, da Silvio Berlusconi. Da sempre oggetto delle promesse del leader di Forza Italia, anche questa volta il tema delle pensioni è al centro del programma politico del partito di centro-destra in vista delle elezioni del 4 marzo.

La necessità di intervenire sulla questione è stata ribadita anche dal Comitato dei diritti sociali del Consiglio d’Europa, secondo il quale «l’ammontare minimo delle pensioni versate alle persone anziane è manifestamente insufficiente per una gran parte di loro perché si situa al di sotto della soglia di povertà». Il costo dell’intervento, fanno sapere da Forza Italia, è di circa 7 miliardi di euro. Si tratta comunque di una cifra indicativa: molto dipenderà, naturalmente, dalla vastità del pubblico che ne beneficerà.

Secondo una stima fornita dal Sole 24 Ore, ad esempio, la cifra totale dell’operazione salirebbe a quasi 18 miliardi di euro. Ad oggi non è chiaro con quali fondi si intenda coprire la spesa. La misura, prosegue Berlusconi, si inserisce all’interno di un progetto di riforma della legge Fornero volto non ad abrogare tale legge, ma a offrire maggiori tutele ai lavoratori che, a suo dire, «sono stati discriminati dai criteri rozzi e frettolosi» introdotti dal provvedimento.

L’aumento delle pensioni minime è parte di un disegno di più ampio respiro volto a contrastare la povertà e la disoccupazione e, fa sapere il leader di Forza Italia, sarà affiancato dall’introduzione del reddito di dignità per chi è al di sotto di una certa soglia di reddito.

Leggi tutte le promesse di Silvio Berlusconi

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT