Immigrazione, Salvini: «Via i protocolli per l’accoglienza e via i prefetti»

salvini

E sui prefetti rilancia: «Al governo li elimineremo. Pieni poteri ai sindaci».

I protocolli per l’accoglienza dei migranti? «Una porcheria». Quando si parla di immigrazione Matteo Salvini non usa mezzi termini. «Appena saremo al governo stracceremo i protocolli che i prefetti stanno imponendo ai sindaci di tutta Italia», prosegue  nel comunicato Ansa del 19 maggio il segretario della Lega.

La dichiarazione avviene all’indomani dell’accordo per una “accoglienza equilibrata, sostenibile e diffusa”, siglato tra il sindaco di Milano Beppe Sala e 76 sindaci dell’hinterland milanese e fortemente voluto dal prefetto Luciana Lamorgese. Contrari i sindaci della Lega, che hanno dato vita ad un presidio di protesta ed espresso la loro contrarietà all’accordo perché, spiegano, le risorse non sarebbero sufficienti.

La vicenda dà modo a Salvini di rilanciare un tema a lui caro quale l’eliminazione della figura del prefetto, in modo che siano i primi cittadini a decidere su questioni delicate quali la gestione dei flussi migratori: «Cancelleremo la figura del prefetto – afferma – per dare potere ai sindaci, che sono gli unici che vengono eletti».

Leggi tutte le promesse di Matteo Salvini

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT