Salvini: «Al governo manterrò 80 euro e parti del Jobs Act»

 

Salvini

Passo indietro di Salvini sul bonus Renzi: «Non sarà abrogato». E sul Jobs Act rivela: «Terrei alcune parti».

«Io vado al governo per mettere i soldi nelle tasche degli italiani e non toglierli». Con queste parole, pronunciate ai microfoni di Radio Capital, Matteo Salvini annuncia che, in caso di vittoria della Lega alle elezioni, non eliminerà gli 80 euro introdotti dal governo Renzi. Questo nonostante secondo Salvini tale misura non abbia inciso sull’economia: «siamo il Paese che cresce meno in Europa», chiosa polemico.

Allo stesso modo, il leader del Carroccio si dice disposto a preservare alcune parti del Jobs Act. «Io manterrei una parte del Jobs Act. Ci sono alcuni aspetti della riforma del lavoro che vanno tutelati», aggiunge. Un improvviso cambio di rotta? Niente affatto. «Non è che quando uno va al governo deve per forza cancellare tutte le cose che hanno fatto gli altri per partito preso», conclude Salvini.

Il bonus di 80 euro, introdotto dal governo Renzi nel 2014, è diventato strutturale con l’ultima legge di Stabilità. A beneficiarne sono tutti i lavoratori dipendenti, sia del settore privato che pubblico, con un reddito compreso tra gli 8.174 e i 26.000 euro lordi all’anno.

Leggi tutte le promesse di Matteo Salvini

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT