Fisco, Salvini: «Condono fiscale per le cartelle sotto i 100 mila euro»

condono fiscale

Condono fiscale per le cartelle sotto i 100 mila euro e flat tax: la ricetta di Salvini per far ripartire l’economia italiana.

Troppi italiani hanno un conto aperto con lo Stato. Da qui la proposta di un condono fiscale avanzata dal segretario della Lega, Matteo Salvini. «Io dico no al condono usa e getta. Io propongo una pace fiscale, ci sono milioni di italiani ostaggio di Equitalia che non pagheranno mai», dice a Mezz’ora in più su Rai 3. La proposta è semplice: chiedere al cittadino una parte del dovuto, così da incentivarlo al pagamento della cartella esattoriale. «Io posso o far finta di niente o convocare uno per uno questi italiani, che hanno una cartella con un importo sotto i 100 mila euro, e chiedere il 15% di quello che non mi daranno mai. Io incasso contante e tu torni a lavorare», aggiunge.

Al condono fiscale si affiancherebbe poi la flat tax. Il funzionamento è simile: il contribuente è tenuto al pagamento di una aliquota fissa in funzione del reddito. Così, spiega Salvini, tutti sarebbero incentivati a pagare le tasse e si ridurrebbe l’evasione fiscale. «Una tassa unica, pagare meno per pagare tutti. Secondo me l’aliquota dovrà essere più vicina al 15% che al 23% (proposto da Forza Italia, ndr). Il mio numero “aureo” è sicuramente inferiore al 20%», afferma Salvini.

Una vera e propria rivoluzione che, nelle intenzioni del leader del Carroccio, consentirebbe di rilanciare l’economia italiana e di individuare un’altra via rispetto a quella indicata dall’Unione Europea. «È 15 anni che l’Europa ci chiede sacrifici e di tagliare tutto il tagliabile per il bene dei nostri figli», conclude. «Il risultato di questi 15 anni è che il debito pubblico è aumentato di quasi mille miliardi di euro. E quello che è stato tagliato è il risparmio degli italiani. Bisogna rimettere soldi in tasca agli italiani».

Leggi tutte le promesse di Matteo Salvini

 

Daniele

Daniele

LEAVE A COMMENT