Meno tasse e 500 mila posti di lavoro: la ricetta di Berlusconi per il Sud

sud

L’Italia riparte dal Sud: Berlusconi promette meno tasse, reddito di dignità, infrastrutture e 500 mila nuovi posti di lavoro per ricucire il Paese.

Negli ultimi vent’anni il Sud Italia è stata una vera e propria roccaforte di Forza Italia. Non è un caso, dunque, se a pochi giorni dalle elezioni del 4 marzo (la cui vittoria per il centro-destra è tutt’altro che scontata) Silvio Berlusconi si rivolge proprio al Meridione. «È vero che il Sud può essere decisivo», spiega nell’intervista al Messaggero. «Mi auguro che gli elettori di questa parte d’Italia siano consapevoli che l’unico voto utile per far ripartire il Mezzogiorno e l’intero Paese è il voto al centrodestra».

Berlusconi rivendica i risultati ottenuti dai propri esecutivi in passato («I nostri governi sono stati quelli che hanno investito di più per il Mezzogiorno e continueremo a farlo») e guarda al futuro. Promette nuovi posti di lavoro e investimenti per far crescere quella parte d’Italia in cui la ripresa tarda a manifestarsi. «I ragazzi del Sud senza lavoro, le famiglie del Sud sotto la soglia di povertà, le imprese del Sud soffocate dalle tasse, dalla burocrazia e dalla mancanza di infrastrutture sanno che solo noi abbiamo soluzioni concrete per loro», afferma.

Ma quali sono queste soluzioni? «Meno tasse, reddito di dignità per le famiglie in difficoltà, agevolazioni fiscali per chi assume stabilmente un giovane disoccupato, un grande piano di infrastrutture sfruttando i fondi europei per aiutare lo sviluppo delle imprese e creare posti di lavoro. Solo noi – aggiunge – abbiamo la possibilità di vincere e di realizzare tutte queste cose. Se non accadesse, la situazione del Sud – dimenticato in questi anni dalla sinistra – rimarrebbe bloccata come oggi».

Quanto alle coperture, Berlusconi aggiunge: «Tajani (candidato premier per Forza Italia, ndr) mi ha portato un regalo, ossia il programma che prevede un fondo finanziato dalla Bei, dalla Cassa Depositi e Prestiti e fondi strutturali per le infrastrutture, mirato per il sud. Prevede tra i 20 e i 30 miliardi entro il 2020, per avviare 250 miliardi di cantieri. Tutto ciò – conclude – può produrre 500 mila posti di lavoro».

Leggi tutte le promesse di Silvio Berlusconi

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT