Cecconi (ex M5S) ritira le dimissioni: «Il contratto? Carta igienica»

cecconi

L’ex Capogruppo alla Camera Andrea Cecconi fa un passo indietro sulle proprie dimissioni e annuncia di voler passare al Gruppo Misto.

Lo avevano detto in molti: annunciare di rinunciare alla propria candidatura a campagna elettorale inoltrata non avrà alcuna conseguenza pratica. E in effetti così è stato. Andrea Cecconi, Capogruppo alla Camera del Movimento 5 Stelle nella scorsa legislatura, si rimangia la promessa fatta poco più di un mese prima. Il contratto con cui si impegnava a dimettersi, dice al Corriere della Sera, «l’ho firmato. Ma era carta igienica». «Pensavo valesse – ha aggiunto – ma ho chiesto a una mia amica legale, ha detto che non vale nulla».

LEGGI ANCHE: Caso rimborsi, Cecconi (M5S): «Rinuncio alla mia elezione»

Il futuro di Cecconi è nel Gruppo Misto. «Mi iscrivo al Misto. Ma spero che i 5 Stelle mi riammettano. Non li supplico mica. Ma mi manca quella comunità, non porto rancore e spero non me ne portino». Vi è incertezza anche sulla possibilità che, come dichiarato, Cecconi rinunci al’indennità e alla diaria. A tale domanda, il neoeletto deputato ha risposto con un laconico: «se me lo chiedono».

PROMESSA NON RISPETTATA 

Leggi tutte le promesse di Andrea Cecconi.

 

 

 

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT