Salvini: «Dialogo con M5S per governo, ma il Premier sarà del centrodestra»

governo

In una nota ufficiale, i leader del centrodestra richiedono la premiership del nuovo esecutivo. Matteo Salvini prende le distanze: «prosegua il dialogo coi 5 Stelle».

«Quasi il 40 per cento degli italiani ha scelto di dare la propria fiducia ai partiti del centrodestra ai quali oggi spetta, indubbiamente, il compito di formare il governo». È quanto si legge nella nota ufficiale diramata a seguito della riunione svoltasi ad Arcore tra Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini. «Gli elementi dai quali i tre leader non intendono prescindere – prosegue la nota – sono un presidente del Consiglio espressione dei partiti di centrodestra, l’unità della coalizione e il rispetto dei principali punti del programma sottoscritto prima del voto».

Concluso senza esito il primo giro di consultazioni, il centrodestra torna a mostrarsi unito e a rivendicare con forza il proprio ruolo nella formazione dell’esecutivo. Non si esclude che, al fine di velocizzare i tempi e forzare la mano, i tre leader (che questa volta dovrebbero recarsi da Mattarella insieme) chiederanno al presidente della Repubblica di presentarsi in Parlamento per chiedere i voti necessari alla fiducia.

A frenare è però Matteo Salvini, che mantiene un atteggiamento di apertura nei confronti del Movimento 5 Stelle e, con un post su Facebook, prende le distanze dalla posizione di Berlusconi e Meloni: «Si parte dal centrodestra ma continua il dialogo a partire dal Movimento 5 Stelle», scrive. E poi aggiunge: «Sono fiducioso in un governo con i 5 Stelle. L’unica cosa che escludo è di fare un governo insieme al Pd, che ha fatto disastri negli ultimi sei anni».

Leggi tutte le promesse di Matteo Salvini

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT