Bonus 80 euro, Renzi: «Lo estenderemo anche alle partite Iva»

bonus 80 euro

Per il segretario del Pd, l’estensione del bonus 80 euro alle partite Iva è un modo per non farle sentire «cittadini di serie B».

Il bonus 80 euro è tra i provvedimenti del governo Renzi che il segretario Pd rivendica con più orgoglio. Non sorprende, dunque, la promessa di estenderne la portata anche al popolo delle partite Iva. «Vogliamo fare un lavoro in più di quello che abbiamo fatto fino a oggi sulle famiglie», ha spiegato Renzi a Porta a Porta. «In questi anni abbiamo dato la priorità agli imprenditori che assumevano. Ora vogliamo dare gli 80 euro per ogni figlio, ogni mese fino a 18 anni».

In caso di vittoria del Pd alle elezioni, ha spiegato il segretario Dem, il bonus verrà esteso anche alle partite Iva. «Al lavoratore dipendente oggi vanno gli 80 euro. A una partita Iva che guadagna meno di 26mila euro lordi, non arriva niente». In tal modo, ha aggiunto, le partite Iva – che sono state a lungo «dimenticate e si sentono cittadini di serie B» – sarebbero equiparate ai lavoratori dipendenti. Quanto alle coperture, Renzi ha fatto sapere che il costo dell’estensione del bonus dovrebbe ammontare a 1,1 miliardi di euro.

Leggi tutte le promesse di Matteo Renzi

 

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT