Canone Rai: il governo Gentiloni approva l’esenzione per gli over 75

 canone rai

Con i nuovi requisiti di reddito il numero dei cittadini esentati dal pagamento del canone Rai passa da 115 mila a 350 mila.

È stato firmato lo scorso 19 febbraio dai ministeri dell’Economia e dello Sviluppo Economico il decreto per l’esenzione dal pagamento del canone Rai per gli anziani over 75 con un reddito inferiore agli 8 mila euro. Sul provvedimento si era impegnato in prima persona Paolo Gentiloni, che ha definito «importante, pur limitato» il provvedimento adottato dall’esecutivo.

Già la legge di stabilità del 2016 prevedeva che i cittadini con più di 75 anni con un reddito inferiore ai 6.713,98 euro fossero esentati dal pagamento del canone Rai. Il decreto entrato approvato il 19 febbraio, portando la fascia di reddito a 8 mila euro annui, estende ulteriormente la platea dei beneficiari del provvedimento, che passano da 115 mila a 350 mila.

LEGGI ANCHE: Canone Rai, Gentiloni: «Esentati dal pagamento gli over 75»

La Rai, in una nota, ha fatto sapere di aver preso «positivamente atto del provvedimento del governo» e che «la disposizione, volta a promuovere l’inclusione sociale, è in linea con analoghe misure già in atto per i principali broadcaster pubblici europei ed è in completa sintonia con i principi di uguaglianza sostanziale e di libero accesso all’informazione sanciti dalla Costituzioni e propri della mission Rai Il sostegno alle fasce più deboli della popolazione – si legge – rappresenta un valore imprescindibile per il servizio pubblico radiotelevisivo».

Chi intenda usufruire della misura dovrà inviare il modulo di autocertificazione via posta o online, oppure consegnarlo di persona presso un ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

PROMESSA RISPETTATA

Leggi tutte le promesse di Paolo Gentiloni

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT