Governo, Meloni e Di Battista: «Inaccettabile ingerenza di Mattarella su Savona»

savona

Anche Giorgia Meloni e Alessandro Di Battista intervengono nello scontro tra Lega, M5S e Quirinale su Paolo Savona: «Ingerenza inaccettabile, si rispetti il voto degli italiani».

Giorgia Meloni entra prepotentemente nel dibattito in corso intorno alla figura di Paolo Savona. Pur ribadendo la sua contrarietà al nascente governo giallo-verde, la leader di FdI manifesta il suo sostegno all’alleato Matteo Salvini nella partita col Quirinale. «Su Paolo Savona una nuova inaccettabile ingerenza di Mattarella, dopo l’ostinazione a non conferire l’incarico di governo al centrodestra», ha dichiarato nella giornata di ieri. «Ho comunicato a Salvini che Fratelli d’Italia, pur senza aver cambiato idea sul governo giallo-verde, offre il suo convinto aiuto per rivendicare il diritto di un governo a scegliere un ministro dell’economia non indicato da Bruxelles. L’Italia è ancora una nazione sovrana, Junker e la Merkel se ne facciano una ragione».

Anche Alessandro Di Battista ha fatto sentire la propria voce ed espresso tutto il suo dissenso verso la posizione del presidente della Repubblica. «Il presidente della Repubblica ha tutto il diritto costituzionale di voler concordare alcuni ministri con il presidente del Consiglio incaricato, ma porre veti sul ministro dell’Economia, malgrado il curriculum eccellente che vana il dott. Savona, lo trovo, da cittadino, assolutamente inaccettabile», ha scritto l’ex deputato pentastellato su Facebook. «Ciò che, a quanto pare, viene messo in discussione di Savona sono le sue idee, le quali, per logica, rappresentano l’indirizzo politico del prossimo governo che andrà a costituirsi. E che, a loro volta, rappresentano la volontà di più della metà degli italiani che si è espressa il 4 marzo», ha concluso.

Leggi tutte le promesse di Giorgia Meloni

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT