Salvini: «Passo indietro di Savona? Valuteremo. Altrimenti al voto»

savona

Salvini considera la proposta di Di Maio di assegnare a Paolo Savona un altro ministero, ma non esclude l’ipotesi del voto in autunno.

Le faremo sapere. Così può essere sintetizzata la risposta di Matteo Salvini alla proposta avanzata ieri da Di Maio, che proponeva un passo indietro di Paolo Savona per favorire la nascita del cosiddetto governo del cambiamento. Una mossa, questa, il cui intento è smascherare il gioco del leader della Lega, che inizia ad essere accusato dalla base pentastellata di essersi preso gioco di Di Maio con l’unico obiettivo di guadagnare consensi e tornare al voto.

In mattinata la posizione di Salvini appariva netta. «Di Maio riapre? Non siamo al mercato. Al voto anche subito», affermava. Posizione confermata anche nel pomeriggio: «Se mi tirano via anche un solo uomo di quella squadra di governo il governo non ha senso che esista. C’è quel programma e quella squadra, se vanno bene ci mettiamo la faccia e lavoriamo. Se qualcuno per i motivi più bizzarri non va bene all’Europa, a Berlino, ai mercati, alla Merkel e alle banche, cosa possiamo farci?». Solo alcune ore più tardi, però, la linea era diversa. «Vedremo nelle prossime ore. Ci ragioniamo, valuteremo. Uno spostamento di Savona? Porta mai chiusa. Come stiamo facendo dal 4 marzo, sceglieremo il meglio per il Paese. Abbiamo delle belle idee in testa». Un ammorbidimento, questo, dovuto in parte anche alle reazioni allarmate della base leghista, che chiede al leader di abbandonare la tattica per governare il Paese coi 5 Stelle.

È evidente comunque la volontà di Salvini di prendere tempo, con l’obiettivo del voto in autunno, magari con un centro-destra che i sondaggi danno intorno al 40%. Proprio in quest’ottica vanno viste la richiesta di tempo avanzata al M5S e l’apertura alla non fiducia tecnica al governo neutrale guidato da Carlo Cottarelli suggerita da Giancarlo Giorgetti: «Non ostacoleremo soluzioni rapide per affrontare le emergenze ma ridiamo la parola agli italiani il prima possibile. C’è Cottarelli che sta tentando di fare il governo. Se i voti non ce li ha, dovremo studiare un percorso ordinato verso elezioni il prima possibile».

Leggi tutte le promesse di Matteo Salvini

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT