Il ministero per il Turismo voluto da Di Maio non è nel contratto di governo

ministero per il turismo

In campagna elettorale il leader del M5S aveva promesso l’istituzione di un ministero per il Turismo autonomo. Sembra invece che ad occuparsene sarà il ministro dell’Agricoltura Centinaio.

«Vogliamo istituire di nuovo un ministero che abbia davvero la capacità di essere regista delle politiche turistiche del Paese». Con queste parole, lo scorso dicembre, Luigi Di Maio annunciava l’intenzione di istituire un ministero per il Turismo autonomo rispetto a quello per i Beni culturali. Un intervento, proseguiva il leader pentastellato, necessario per garantire al settore una «programmazione di medio-lungo termine» e per «raccontare il Paese sia al suo interno che all’estero».

Leggi anche: Di Maio annuncia l’istituzione del Ministero del Turismo

Nel contratto di governo con la Lega, però, si parla ben poco di turismo. E soprattutto tra i ministeri del nascente esecutivo gialloverde non vi è traccia del dicastero del Turismo. Ambito, questo, sul quale oltre al ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli dovrebbe intervenire anche il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio: «Per il momento – spiega – sono solo ministro dell’Agricoltura, ma aspetto la delega al turismo. Sarà sicuramente presto, al prossimo Consiglio dei ministri. Se riparte il Sud, anche da un punto di vista turistico, non ci ferma nessuno, nemmeno la Germania».

Insomma: sembra che il ministero per il Turismo sia destinato a non vedere la luce nel corso della legislatura. E con esso anche il progetto di riforma costituzionale volto  a «riformare il Titolo V della Costituzione per tornare a una legislazione concorrente in materia», ambito al momento di competenza regionale.

AGGIORNAMENTO DEL 07/06/2018: Sull’istituzione del ministero del Turismo è tornato il ministro Centinaio, che ha confermato l’intenzione di istituirlo quanto prima. «Il ministero del Turismo si farà – ha dichiarato -, il decreto è già pronto. Di Maio e Salvini sono d’accordo». Qualora dovessero esserci ulteriori sviluppi provvederemo ad apportare le necessarie modifiche all’articolo e a darne conto ai lettori.

AGGIORNAMENTO DEL 13/06/2018: Nel Consiglio dei ministri del 12 giugno è stata completata la squadra di governo. Come anticipato, nell’esecutivo non trova spazio il ministero del Turismo voluto dal Movimento 5 Stelle in campagna elettorale. Tale materia sarà gestita direttamente dal ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio. Confermiamo dunque il giudizio espresso inizialmente sulla questione.

PROMESSA NON RISPETTATA

Leggi tutte le promesse di Luigi Di Maio

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT