Di Maio annuncia il decreto dignità: «Sarà il primo provvedimento da ministro»

decreto dignità

Dal superamento del Jobs Act alla lotta alle delocalizzazioni. Ecco gli ambiti sui quali il ministro Di Maio intende intervenire con il decreto dignità.

«In questi anni, con la scusa dell’urgenza, sono stati fatti decreti per tutto e per il contrario di tutto. Fondamentalmente però sono sempre stati decreti che servivano per fare gli interessi dei partiti o dei loro amici. Il tempo in cui lo Stato si comportava in questo modo è finito». Con queste parole, pubblicate sul blog del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio annuncia il primo decreto che intende presentare da ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico. Decreto che, con un pizzico di retorica, viene definito «decreto dignità».

I punti fondamentali del decreto dignità sono quattro. Il primo, riguardante le imprese, prevede l’eliminazione di spesometro, redditometro e studi di settore. «L’era della martirizzazione degli imprenditori è finita, ora avranno lo Stato dalla loro parte», annuncia Di Maio. Il secondo riguarda il capitolo delocalizzazioni. Come già anticipato alcuni giorni fa, il ministro intende proseguire l’opera di Calenda al fine di disincentivare il fenomeno. «Chi prende fondi pubblici – spiega – non può andare all’estero. Se lo Stato ti dà una mano il lavoro lo devi creare in Italia e devi dare lavoro ben retribuito e tutelato ai lavoratori italiani»,

C’è poi il versante del lavoro e della lotta al precariato. Che, fa sapere Di Maio, significa superare il Jobs Act, che è andato «nella direzione dell’eliminazione di diritti e tutele», Nel provvedimento, infine, troverebbe spazio anche una stretta sul gioco d’azzardo. Un vero e proprio problema sociale, «una piaga che ha segnato profondamente migliaia di famiglie italiane» che il Movimento intende «sanare in maniera risoluta» vietandone la pubblicità.

Di Maio conclude il post assicurando che «la dignità dei cittadini deve tornare al primo posto e tutti i nostri poteri al governo del Paese li useremo in quest’ottica e nell’interesse esclusivo degli italiani».

PROMESSA RISPETTATA (leggi QUI)

Leggi tutte le promesse di Luigi Di Maio

 

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT