Ilva, Centinaio: «Sito produttivo importante, deve rimanere attivo»

ilva

E aggiunge: «Non voglio andare in vacanza all’Ilva». Immediata la reazione di Michele Emiliano e del sindaco di Taranto Rinaldo Melucci.

Dopo le dichiarazioni di Grillo e Salvini degli scorsi giorni, anche il ministro dell’Agricoltura e del Turismo Gian Marco Centinaio si pronuncia sul futuro dell’Ilva. Mentre il co-fondatore del Movimento 5 Stelle aveva ipotizzato la riconversione dell’area, da trasformare in un centro di attrazione turistica, Centinaio ha idee molto diverse. L’Ilva, ha dichiarato alla Stampa, «deve continuare ad essere un sito produttivo. In Italia ci sono decine di località da valorizzare – ha proseguito – e io vorrei concentrare lì le risorse per la valorizzazione. Non voglio andare in vacanza all’Ilva perché è un sito produttivo importante e voglio che rimanga tale».

Parole che hanno suscitato immediatamente un coro di polemiche da parte delle popolazioni direttamente interessate. Per il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, si tratta di una «dichiarazione molto impegnativa per un ministro» poiché «c’è una compromissione dello stato di salute così grave che bisognerebbe immediatamente intervenire».

Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ha parlato di «brutta scivolata» da parte del ministro. Melucci si dice favorevole al mantenimento in attività dell’impianto siderurgico a patto che ne venga riqualificata la produzione. «Sto aspettando l’invito al Mise da parte del ministro Di Maio per ripartire dal protocollo di intesa approntato con il precedente ministro, con tutte le eventuali modifiche del caso, per la messa in sicurezza delle migliaia di posti di lavoro e della questione ambientale», ha spiegato.

Centinaio ha risposto alle parole di Emiliano e Melucci definendole pretestuose e affermando che le sue dichiarazioni fossero una risposta «alla provocazione lanciata da Beppe Grillo riguardo la riconversione in parco giochi». Il ministro ha dunque ribadito che l’Ilva «è un sito produttivo importante e voglio che rimanga tale», aggiungendo che nei prossimi giorni visiterà Taranto per «trovare nuove prospettive e progettare insieme il futuro del settore. Lo straordinario territorio tarantino – ha affermato – deve essere tutelato e promosso».

Leggi tutte le promesse di Gian Marco Centinaio

 

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT