Vaccini, Grillo risponde a Salvini: «Sarà il ministero della Salute a occuparsene»

vaccini

Salvini si era scagliato contro l’obbligatorietà dei vaccini. Grillo puntualizza: «Troveremo l’equilibrio tra salute e diritto all’istruzione dei minori».

Giulia Grillo interviene sul tema dei vaccini. Lo fa a poche ore dall’ennesima provocazione di Matteo Salvini, secondo il quale «10 vaccini obbligatori sono troppi». Una dichiarazione forte, che ha suscitato immediatamente un coro di proteste dalle opposizioni.

«Ci fa piacere che il ministro degli Interni si interessi di un tema così importante – dichiara Grillo -. Voglio solo precisare che l’obbligatorietà è un argomento politico, che ha a che fare con una strategia di tipo politico. Ma le valutazioni di tipo scientifico non competono alla politica. La politica “non fa” scienza, la scienza la fanno gli scienziati. La politica decide quale strumento vuole utilizzare, se vuole utilizzare l’obbligatorietà e in quale misura».

Per questo, spiega il ministro, «prenderemo le decisioni opportune in accordo con gli alleati di Governo, ma chiaramente si tratta di un tema che deve essere discusso anzitutto dal ministro della Salute». Grillo ribadisce che «i vaccini sono un fondamentale strumento di prevenzione sanitaria primaria» e assicura che «in discussione a livello politico sono solo le modalità migliori attraverso le quali proporli alla popolazione. Stiamo lavorando per trovare la soluzione migliore, capace da una parte di garantire la frequenza dei bambini negli asili nido e che dall’altra parte metta al centro del dibattito parlamentare la revisione dell’impianto del decreto legge Lorenzin».

Leggi tutte le promesse di Giulia Grillo

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT