Centinaio: «Reintrodurremo i voucher nell’agricoltura»

voucher

Foto: La Repubblica

Dopo l’abolizione, il ministro promette il ritorno dei voucher in agricoltura: «Sono utili per combattere il lavoro nero e rendere più efficaci i controlli».

I voucher stanno per tornare. A confermarlo è il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, riprendendo la posizione espressa in merito da Matteo Salvini (per il quale «i voucher sono fondamentali in alcuni settori e vanno reintrodotti»).

Secondo Centinaio, il ministero dell’Agricoltura è pronto «a reintrodurli perché utili per combattere il lavoro in nero e rendere più efficaci i controlli. Il datore di lavoro – ha spiegato – potrà beneficiare di prestazioni lavorative in piena legalità e con coperture assicurative in caso di incidenti, mentre il lavoratore riceverà non solo un compenso esente da tasse ma potrà accumulare i contributi per i trattamenti pensionistici».

«Bisogna tutelare il settore – ha spiegato il ministro – in nome della trasparenza e lottare contro tutte quelle forme di schiavismo e di sfruttamento della manodopera che potrebbero derivare dalla mancanza totale di regole».

I voucher sono stati aboliti dal governo Gentiloni  il 19 aprile 2017, sostituiti dal libretto di famiglia e dal contratto di prestazione occasionale, dopo le forti proteste di associazioni e organizzazioni sindacali. La Cgil, in particolare, si era schierata contro lo strumento per via dell’uso improprio che spesso ne veniva fatto, proponendo un referendum per la loro abrogazione.

PROMESSA RISPETTATA (leggi QUI)

Leggi tutte le promesse di Gian Marco Centinaio

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT