Reddito di cittadinanza, Savona: «Sarà finanziato dal Fondo sociale europeo»

reddito di cittadinanza

Foto: Investire Oggi

Secondo il ministro il governo ricorrerà al Fondo sociale europeo per finanziare il reddito di cittadinanza, in modo da «rispettare i parametri fiscali vigenti».

Aveva fatto discutere, ormai quasi due mesi fa, il passaggio sul reddito di cittadinanza del contratto di governo nel quale si annunciava che l’esecutivo gialloverde avrebbe chiesto all’Unione Europea di finanziare la misura voluta dal M5S. La stessa posizione, seppur con alcune precisazioni, è stata ribadita nella giornata di ieri dal ministro degli Affari europei Paolo Savona. Intervenendo al Question time, Savona ha confermato che il governo «sta già lavorando a un intervento volto a strutturare un modello di reddito di cittadinanza rispetto al quale talune risorse del Fondo sociale europeo potranno essere utilizzate nell’ambito delle finalità del Fondo stesso». «In questo senso – ha proseguito – l’intuizione del ministro Di Maio mi appare corretta e conferma che il governo intende rispettare i parametri fiscali ricercando le risorse europee nell’ambito di quelle già esistenti». A questo punto, ha aggiunto, spetta al ministro del Lavoro farsene carico «nel Consiglio europeo competente».

Savona è consapevole dei vincoli posti dall’Unione Europea per l’accesso al finanziamento. Esso è infatti destinato unicamente a sostenere le misure politiche ed economiche attive: «se la misura del reddito di cittadinanza avesse la natura di mero sostegno al reddito», ha spiegato il ministro, «nonostante l’obiettivo tematico lo consenta, troverebbe conferma la difficoltà nel finanziarla» attraverso il Fondo sociale europeo. In caso di politiche attive, «ad esempio la costituzione di comitati per l’occupazione, come al momento sembra essere previsto nel disegno, le risorse del Fondo sociale europeo a completamento di politiche nazionali o locali potrebbero sostenere tali misure». Se così fosse, anche le perplessità mostrate in merito dal ministro dell’Economia Tria – che si è impegnato a rispettare i vincoli di spesa e a proseguire sulla strada della riduzione del rapporto deficit/Pil – potrebbero essere superate.

Leggi tutte le promesse di Paolo Savona

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT