Bonafede annuncia: «A settembre al via i lavori per la legge sull’Anticorruzione»

anticorruzione

Il ministro della Giustizia annuncia l’avvio dei lavori per la legge sull’Anticorruzione. Ancora nulla di fatto per la riforma della prescrizione, che dovrà attendere il 2019.

Dovrebbe essere presentata a settembre la legge sull’Anticorruzione. A rivelarlo è Il Fatto Quotidiano, che riporta le parole pronunciate dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. Si tratterà di una «riforma epocale che farà dell’Italia il Paese leader in Europa in materia», che conterrà al suo interno l’interdizione perpetua dai pubblici uffici per i corrotti e l’introduzione della figura dell’agente provocatore.

Secondo Bonafede «bisogna intervenire per dare a inquirenti e investigatori strumenti più efficaci e innovativi. Serve rendere la corruzione un atto ostile, da osteggiare, con specifiche disposizioni. Chiunque dovrà pensarci mille volte prima di intraprendere la strada della corruzione». Infine l’annuncio: «È arrivato il momento».

«La corruzione è un mostro che bisogna sconfiggere», ha aggiunto il Guardasigilli su Facebook. «Costa alla collettività un prezzo elevatissimo in termini economici e sociali, danneggiando complessivamente l’economia, la crescita culturale e sociale del Paese, l’immagine della pubblica amministrazione e la fiducia dei cittadini nelle istituzioni». Secondo Bonafede gli interventi messi in atto finora sono stati inefficaci: «Anche quando si riescono a scoprire le trame corruttive, grazie agli sforzi profusi da inquirenti e investigatori, risulta ancora difficile riuscire a provarle».

Si annunciano tempi più lunghi, invece, per la riforma della prescrizione. Da un lato, il ministro intende dare priorità alla riforma del processo civile e alle nuove assunzioni, per verificare se la crescita del personale servirà a ridurre il contenzioso arretrato dei tribunali. Dall’altro, a pesare sono le resistenze da parte della Lega, contraria alla proposta di bloccare la prescrizione dopo il primo grado di giudizio avanzata da Bonafede e sostenuta dall’Anm. La riforma dovrebbe arrivare nel 2019.

PROMESSA RISPETTATA (leggi QUI)

Leggi tutte le promesse di Alfonso Bonafede

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT