Pensioni, Salvini assicura: «Quota 100 per tutti, senza paletti»

quota 100

Il vicepremier rilancia sulle priorità del governo: quota 100 per tutti senza paletti, flat tax, pace fiscale ed accise sulla benzina. E assicura: «rispetteremo i vincoli europei».

Mentre i tecnici del Mef lavorano alla nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza e alla legge di bilancio, il vicepremier Matteo Salvini individua le priorità per l’esecutivo. Fra queste quota 100 per tutti, flat tax e pace fiscale. Misure che, a detta del leader della Lega, consentiranno la ripresa economica dell’Italia.

Nell’intervista pubblicata ieri dal Sole 24 Ore, Salvini ha annunciato che il governo sta lavorando per abolire la legge Fornero, «con quota 100 da subito». Al vaglio anche «l’avvio della flat tax a cominciare dai più piccoli, bisogna vedere se si parte dalle famiglie o dalle partite Iva». E ancora «pace fiscale ed Equitalia, questione non solo di giustizia ma anche di fondi che altrimenti non recupereremo mai. Poi accise sulla benzina, con l’obiettivo di annullare gradualmente quelle che hanno compiuto 60-80 anni di storia».

Leggi anche: Matteo Salvini: Al governo elimineremo sette accise delle benzina

Interventi che, ha precisato, non entreranno in vigore immediatamente. «Ho chiesto ai miei uomini di conti di ragionare sempre e comunque sull’arco del triennio. Questa non sarà una manovra mordi e fuggi come qualcuno insinua. Intendiamo presentarci ai mercati e all’Europa con una legge di bilancio seria che faccia crescere l’economia di questo Paese, nel rispetto di tutti i vincoli Ue. È chiaro – ha aggiunto – che non faremo tutto subito, né gli italiani se lo aspettano. Ci saranno opzioni a un anno, a due anni e a tre anni».

Salvini punta tutto su una «quota 100 integrale, senza paletti» per il rilancio dell’occupazione giovanile. Insieme al taglio del cuneo fiscale, il vicepremier è convinto che favorirà il ricambio generazionale. «Il diritto alle pensione di un 62enne vale un posto di lavoro e mezzo in più per un giovane. Molti imprenditori mi hanno garantito che se potessero alleggerirsi della manodopera più anziana tornerebbero subito a occupare più giovani».

Il costo, stimato dai 6 agli 8 miliardi, non sembra preoccuparlo. Né tanto meno lo preoccupano i vincoli europei che, ha assicurato, verranno rispettati: «Prima ci mettiamo i contenuti», ha affermato. «L’obiettivo è mantenere il rispetto dei vincoli e delle regole esterne imposte, di non sforare alcunché».

PROMESSA RISPETTATA (leggi QUI)

Leggi tutte le promesse di Matteo Salvini

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT