Grillo: in arrivo il taglio ai ticket e un decreto sulle assunzioni di nuovi medici

taglio ai ticket

Il ministero della Salute sta lavorando al taglio ai ticket sanitari e a un decreto per sbloccare le assunzioni di nuovo personale medico.

Sono in arrivo importanti novità nel mondo della sanità. Ad annunciarlo è stata la ministra Giulia Grillo nel suo intervento durante la presentazione del Comitato regionale Oms Europa che inizierà lunedì a Roma. Sarebbero infatti in arrivo il taglio ai ticket sanitari e un decreto che sbloccherebbe i concorsi per l’assunzione di nuovi medici.

Innanzitutto, ha spiegato Grillo, il ministero interverrà per «ridurre la spesa per la salute a carico dei cittadini, ovvero la spesa out of pocket, migliorando l’appropriatezza delle prescrizioni». Il decreto conterrà invece una norma «sblocca concorsi», così da evitare «che si interrompano i servizi».

«Stiamo cercando di risolvere il problema di bandi che vanno deserti da medicina generale a pediatria», ha spiegato la ministra. Il provvedimento sbloccherà «i vincoli e le incompatibilità al fine di permettere ai medici laureati l’accesso ai concorsi e ai bandi per le specialità mediche».

Facendo una panoramica più ampia sullo stato di salute della popolazione, Grillo ha precisato che i dati dell’Oms «sono incoraggianti nella popolazione adulta, meno nella fascia giovanile. Il nostro è il secondo Paese in Europa per la più alta aspettativa di vita», ma «l’attenzione deve spostarsi sulle popolazioni più giovani, in cui si registrano segnali d’allarme non trascurabili». A destare preoccupazione sono soprattutto i rischi per la salute di obesità, fumo, alcol e sostanze stupefacenti.

Quanto alle malattie infettive, ha concluso Grillo, «abbiamo l’obiettivo di definire il nuovo Piano nazionale di prevenzione vaccinale adatto alla situazione epidemiologica e accompagnato da campagne informative per migliorare la consapevolezza sull’indispensabilità dei vaccini».

L’Italia ha infatti una copertura vaccinale inferiore alla soglia del 95% fissata dall’Oms, ed è tra i Paesi europei più colpiti dall’attuale epidemia di morbillo. In questo scenario, fa quanto meno discutere la decisione di prorogare l’autocertificazione per l’accesso dei bambini alle scuole dell’infanzia contenuta nel decreto Milleproroghe.

PROMESSA NON RISPETTATA (leggi QUI)

Leggi tutte le promesse di Giulia Grillo

 

Daniele

Daniele

LEAVE A COMMENT