Semplificazione fiscale, presentata in commissione una proposta di legge M5S-Lega

semplificazione fiscale

Foto: La Stampa

Spesometro a scadenza annuale, contraddittorio obbligatorio tra contribuente e uffici finanziari, maggiori tutele per il cittadino in caso di contenziosi con il fisco: questi i principali punti della semplificazione fiscale a cui sta lavorando l’esecutivo.

È stata presentata ieri alla Camera una proposta di legge per la semplificazione fiscale. Il provvedimento, sul quale si è registrata la convergenza tra M5S e Lega, porta la firma di Carla Ruocco, presidente pentastellata della Commissione Finanze, di Raffaele Trano (M5S), e di Carlo Alberto Gusmeroli e Giulio Centemero (Lega).

Come riporta Il Sole 24 Ore, la proposta di legge è composta da circa 30 articoli e ha l’obiettivo di agevolare il dialogo tra cittadini, operatori economici e amministrazione finanziaria attraverso un imponente processo di semplificazione.

Tra le novità si prevedono l’estensione del regime di cassa ai tributi, a partire dalle tasse sulle locazioni; maggiori garanzie su quanto, quando e come si debba adempiere ai tributi; l’abolizione delle comunicazioni Iva in concomitanza con l’avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica.

Leggi anche: Carla Ruocco (M5S): «Subito semplificazione e riduzione della pressione fiscale»

Il provvedimento prevede inoltre lo spesometro a cadenza annuale, lo stop alla richiesta di dati già precedentemente acquisiti e lo slittamento (dal 31 ottobre a fine anno) del termine per presentare le dichiarazioni Unico e Irap. Quanto alle sanzioni, queste non potranno essere comminate qualora il fisco non abbia fornito per tempo (con massimo 60 giorni di anticipo) i relativi modelli di pagamento. Le sanzioni non potranno essere applicate anche in caso di errori nella tenuta della contabilità cui non abbia fatto seguito una evasione di imposta.

E ancora: l’introduzione del contraddittorio obbligatorio tra contribuente e uffici finanziari in tutti i procedimenti di controllo fiscale; l’estensione delle agevolazioni per il rientro in Italia di persone trasferitesi all’estero; l’obbligo di compensazione normativa per l’Agenzia delle Entrate, che potrà introdurre nuovi adempimenti solo se prima ne ha eliminato un altro.

Secondo Carla Ruocco alcune delle proposte a costo zero previste dalla proposta saranno inserite nella legge di bilancio per il 2019. Da oggi è previsto l’inizio dei lavori della commissione.

Leggi tutte le promesse di Carla Ruocco

Daniele

Daniele

LEAVE A COMMENT