Riforma della prescrizione, Bonafede: «Presenterò oggi un emendamento al ddl Anticorruzione»

Il ministro della Giustizia intende accelerare i tempi per la riforma della prescrizione. Per questo ha annunciato di voler presentare oggi un emendamento al ddl Anticorruzione che blocchi la prescrizione dopo il primo grado di giudizio.

riforma della prescrizione

Ieri il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha annunciato che oggi presenterà un emendamento al ddl Anticorruzione, approvato dal consiglio dei Ministri a settembre, che introdurrà la riforma della prescrizione. L’obiettivo del provvedimento è bloccare la prescrizione dopo il primo grado – proposta, questa, sostenuta anche dall’Anm. Secondo il ministro è necessario sospendere la decorrenza dei termini dopo la sentenza di primo grado, così da evitare «la morte anticipata di decine di migliaia di processi vanificando de facto il lavoro svolto in sede di indagine e durante i vari gradi processuali e causando sostanzialmente uno spreco di risorse e tempo prezioso».

Nel presentare la riforma, lo scorso 29 giugno il ministro aveva annunciato l’intenzione di chiamare la norma «legge Viareggio», in ricordo della tragedia che nel 2009 costò la vita a 32 persone. «Vorrei tanto che la riforma non portasse il nome di chi l’ha scritta, ma fosse la Viareggio o Viareggio bis, perché vorrei che chi la pronuncerà in aula si ricordasse non di chi l’ha scritta ma di chi è morto e di chi ha sofferto prima che quella legge esistesse», aveva dichiarato.

Leggi anche: Bonafede annuncia: «A settembre al via i lavori per la legge sull’Anticorruzione»

L’intervento del ministro sul tema è stato incentivato dal Comitato Nazionale Noi non dimentichiamo, che riunisce tutte le associazioni delle vittime di stragi in Italia. «La nostra è una proposta di legge per arrivare alla cancellazione della prescrizione nei processi per le grandi stragi e calamità – ha spiegato Marco Piacentini, presidente del Comitato vittime della Strage di Viareggio -. Chiediamo che, in presenza di eventi dolosi, venga cancellata la prescrizione».

Poco più di un mese fa, Bonafede sembrava intenzionato a rinviare al 2019 la riforma della prescrizione. La cui approvazione, specie se inserita come emendamento a un disegno di legge già in discussione, sembra destinata a subire una brusca accelerata.

Leggi tutte le promesse di Alfonso Bonafede

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT