Al via la settimana della cultura. Dal 5 al 10 marzo ingressi gratis in tutta Italia

In occasione della settimana della cultura musei, siti archeologici e percorsi guidati saranno gratuiti dal 5 al 10 marzo. Si tratta del primo appuntamento in seguito alla riforma del sistema museale avviata dal ministro Bonisoli.

settimana della cultura

AGGIORNAMENTO DEL 05/03/2019

Al via da oggi, martedì 5 marzo, fino a domenica 10 marzo, la settimana della cultura. Previsto in tutta Italia l’ingresso gratuito in musei, siti archeologici e monumenti. Si tratta del primo appuntamento dal varo della riforma voluta dal ministro Bonisoli ed entrata in vigore lo scorso 13 febbraio.

Tutti gli appuntamenti della settimana della cultura sono disponibili sul sito web del ministero dei Beni culturali e su quello dedicato alle visite gratuite.

AGGIORNAMENTO DEL 15/02/2019

La riforma Bonisoli sugli ingressi gratuiti nei musei è legge. Il decreto, annunciato la scorsa estate, è stato inserito in Gazzetta Ufficiale lo scorso 13 febbraio.

È stata presentata ieri dal ministro della Cultura Bonisoli la nuova politica tariffaria museale che prenderà il via nel 2019. Nel complesso saranno 20 all’anno le domeniche gratis ai musei, nei mesi da ottobre a marzo, mentre per i ragazzi tra i 18 e i 25 anni il prezzo del biglietto sarà di 2 euro. Ogni museo avrà poi 8 giornate gratuite da gestire autonomamente. Nell’illustrare il suo intervento, Bonisoli ha sottolineato l’intenzione di introdurre dei criteri di gestione nei musei che non fossero mera propaganda politica: «Questo significa che alcune giornate verranno decise a livello nazionale. Ad esempio – ha proseguito il ministro – la settimana che si conclude con il 10 marzo in tutti i musei statali sarà gratuita, dal martedì alla domenica. Alcune domeniche del mese rimarranno gratuite da ottobre a marzo».

Viene fortemente cambiato il sistema delle domeniche gratis nei musei, introdotto dal predecessore Franceschini, in favore di una maggiore autonomia per ogni struttura. «Se la Pinacoteca di Brera vuole mantenere la prima domenica del mese gratuita d’estate io sono contento», ha spiegato Bonisoli. Se invece un altro museo ha troppi visitatori durante le domeniche, come il Colosseo, «potrà mettere un’entrata gratuita magari in una fascia pomeridiana per gestire meglio i flussi».

Quanto ai biglietti, infine, il ministro ha annunciato che dal 2019 «tutti i ragazzi dai 18 ai 25 anni entreranno a 2 euro, perché vogliamo incentivare e creare l’abitudine di andare al museo» anche in quei ragazzi «che non hanno grandi mezzi economici».

Lo scorso 31 luglio, Bonisoli aveva annunciato l’intenzione di «eliminare le prime domeniche del mese gratuite nei musei». Il rischio, diceva, era quello di svalutare il patrimonio artistico italiano: «Se uno pensa di pagare una cosa e improvvisamente diventa gratis sembra un po’ una fregatura – aveva dichiarato -: portare avanti questo progetto ben oltre il periodo per cui era stato pensato non va bene».

Poche ore dopo, in seguito alle forti polemiche che avevano accolto le sue parole, il ministro aveva precisato: «Ho ascoltato i direttori, registrando un’opinione unanime sulla necessità di superarle. Per questo motivo ci stiamo orientando nella decisione di abolirle. Lascerò loro maggiore libertà, se vogliono mettere una domenica gratuita non c’è niente di male, ma quando obbligo a farla non va bene».

Leggi tutte le promesse di Alberto Bonisoli

Daniele

Daniele

LEAVE A COMMENT