La commissione Bilancio della Camera approva la manovra: le novità

Agevolazioni per la formazione 4.0, nuove assunzioni nella PA, misure a sostegno della famiglia e incentivi per le auto elettriche: le principali novità della manovra approvate in commissione Bilancio alla Camera.

commissione bilancio

Dopo una lunga maratona, la commissione Bilancio della Camera ha approvato il testo della manovra che dovrà ora essere discusso dal Parlamento a partire dal 20 dicembre, per essere approvato entro il 31. Pare ormai certo il ricorso al voto di fiducia, la cui richiesta potrebbe essere avanzata già oggi. Vediamo di seguito le principali novità presenti nella legge di bilancio per il 2019.

Agevolazioni fiscali per la formazione 4.0

Vengono prorogate di un anno le agevolazioni fiscali per la formazione 4.0 delle imprese, pari al 50% per le piccole e al 40% per le medie (con un tetto massimo di spesa annuale di 300 mila euro). Per le grandi imprese, invece, l’agevolazione scende al 30% con tetto di 200 mila euro annui.

Esclusione dal reddito d’impresa dei beni strumentali

L’imprenditore potrà assoggettare a imposta sostitutiva le esclusioni dal patrimonio dell’impresa dei beni immobili strumentali, posseduti alla data del 31 ottobre 2018, e realizzate dal 1 gennaio 2019 al 31 maggio 2020. L’imposta sostitutiva dovuta in due rate entro il 30 novembre 2019 e il 16 giugno 2020.

Nuove assunzioni entro il 2021

Il testo prevede un ingente pacchetto di assunzioni nella Pubblica Amministrazione tra il 2019 e il 2021. Le Regioni sono autorizzate ad assumere 4 mila lavoratori nei centri per l’impiego, e altri 930 lavoratori verranno assunti nell’Ispettorato nazionale del lavoro. Previsti anche 2000 nuovi insegnanti delle scuole primarie. Approvato infine un emendamento del Pd che prevede nuove assunzioni nell’ambito della creazione della centrale per la progettazione delle opere pubbliche.

Misure a sostegno della famiglia

La manovra conferma il bonus bebè e aumenta a 1500 euro annui il buono per l’iscrizione ai nidi pubblici. La carta per la famiglia, varata nel 2016 e attiva dal 2019, sarà destinata a cittadini italiani o appartenenti ai Paesi membri della UE con almeno tre figli e potrà essere usata fino al compimento dei 26 anni. La nuova formulazione, voluta dalla Lega, sostituisce la disposizione originale che estendeva l’accesso alla carta anche alle famiglie straniere residenti in Italia.

Leggi anche: Il bonus bebè dovrebbe essere prorogato per il 2019: pronti 204 milioni

Salgono da quattro a cinque i giorni di congedo parentale obbligatorio per i padri, mentre le donne che lo vorranno potranno continuare a lavorare fino al nono mese di gravidanza (con il parere favorevole del medico). Infine, vengono istituiti tre Osservatori nazionali (famiglia, pedofilia e pornografia minorile, infanzia e adolescente).

Agevolazioni per l’acquisto di auto elettriche

Fino a 6 mila euro di incentivi per l’acquisto di auto elettriche, ibride o di piccole auto a metano o diesel. Per chi invece acquista auto inquinanti è prevista una tassa che va dai 150 ai 3 mila euro.

Scudo anti-spread per le banche

Viene reintrodotto il cosiddetto scudo anti-spread per le banche e per le società non quotate, inizialmente inserito in manovra e poi rimosso.

Riduzione dei tempi d’attesa nella sanità

Ammonta a 150 milioni nel 2019 e 100 milioni nel 2020 e 2021 il fondo per la riduzione dei tempi d’attesa nella sanità annunciata dal ministro Grillo.

Prorogato il bonus cultura per il 2019

Dopo un lungo tira e molla, il governo ha scelto di prorogare il bonus cultura per i diciottenni nel 2019. A disposizione 230 milioni di euro.

Accise sulla birra e in Liguria

Le accise sulla birra vengono ridotte da 3 a 2,99 euro per elettrolito e gradoplato. Prevista inoltre un’aliquota agevolata per i birrifici artigianali di dimensioni più contenute. Ritirato infine l’emendamento riguardante gli aumenti delle accise in Liguria volto a sostenere la ricostruzione di Genova.

Aumentato il tetto al contante per i turisti stranieri

Sale da 10 a 15 mila euro il tetto all’utilizzo del contante per i turisti stranieri, europei ed extraeuropei. I contanti potranno essere spesi in servizi turistici e commercio al dettaglio. La nuova norma sostituisce quella precedente, che si applicava esclusivamente ai turisti extra UE.

 

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT