Primarie Pd: Nicola Zingaretti eletto segretario con oltre il 60% di preferenze

Al vincitore delle primarie Pd sono arrivati i messaggi di auguri degli sfidanti e dei big del partito. L’obiettivo per Zingaretti è «costruire un nuovo Partito Democratico e nuove alleanze».

primarie Pd

Foto: Il Fatto Quotidiano

Nicola Zingaretti è il nuovo segretario del Partito Democratico. L’annuncio è arrivato nella serata di ieri, a pochi minuti dalla chiusura dei seggi per le primarie Pd. Stando agli ultimi dati – lo spoglio terminerà in mattinata -, il governatore del Lazio avrebbe raccolto oltre i 60% di preferenze, distaccando di misura l’ex ministro Martina (fermo tra il 20 e il 25%) e Roberto Giachetti (intorno al 12%). Oltre 1,5 milioni i votanti: un dato significativo, se si pensa che lo stesso Zingaretti puntava a quota 1 milione.

«Non sono il capo ma il leader di una comunità», ha commentato il neo segretario nel suo discorso di accettazione. «Molti elettori che hanno votato per altre forze politiche stanno tornando. Da domani unità e cambiamento». Zingaretti ha dedicato la vittoria a Greta Thunberg, la ragazza svedese di 16 anni che si batte perché le grandi potenze intervengano per affrontare la questione ambientale e il cambiamento climatico, e ai «cinque milioni di poveri» e ai «giovani disoccupati» ignorati dal potere.

«Costruiremo un nuovo Partito Democratico e nuove alleanze», ha poi aggiunto. «Oggi, non illudiamoci, è solo l’inizio. La destra è rocciosa, ha conquistato il potere e non lo cederà tanto facilmente». Infine i ringraziamenti: «Grazie all’Italia che vuole arginare un governo illiberale e pericoloso. Grazie all’Italia che non si piega. Viva la democrazia italiana che dà lezioni ogni volta che può».

Leggi anche: Convenzione Pd, è sfida a tre tra Zingaretti, Martina e Giachetti

Tra gli sfidanti, il primo a congratularsi per il risultato è stato Giachetti. «Ho appena chiamato Nicola Zingaretti, che sarà il prossimo segretario del PD, per complimentarmi per il suo risultato e anche per il risultato della partecipazione alla quale abbiamo contribuito tutti #altrochemacerie». Poco dopo è arrivato il tweet di Martina: «Buon lavoro @nzingaretti, buon lavoro Segretario! Contento di avere contribuito a questa bellissima giornata. Da oggi sempre più #fiancoafianco nel PD per l’Italia».

Un messaggio di auguri è arrivato anche dall’ex premier Matteo Renzi, per il quale quella di Zingaretti è stata «una vittoria bella e netta». «Adesso basta col fuoco amico: gli avversari non sono in casa ma al Governo», ha aggiunto su Twitter. Per Paolo Gentiloni «Zingaretti ora può ridare slancio al #PD e all’opposizione. Sono certo che chi ha perso oggi farà la sua parte domani».

Anche dalla maggioranza sono arrivati messaggi di congratulazioni. Il presidente della Camera Roberto Fico si è limitato ad augurare buon lavoro al neo segretario del Pd. Il ministro Salvini si è spinto oltre, ricordando che «il dato di oggi è il minimo storico di partecipazione» dei Dem. In effetti dall’ottobre 2007, data di fondazione del Partito Democratico, l’affluenza è calata costantemente. Basti pensare che, alle primarie Pd del 2007, l’affluenza ha superato quota 3,5 milioni.

Daniele

Daniele

LEAVE A COMMENT