Caso Siri, il Pd presenta una mozione di sfiducia nei confronti del governo

Forza Italia si dice contraria alla mozione di sfiducia presentata dal Dem Andrea Marcucci. Per Silvio Berlusconi si tratta del «solito drammatico errore della sinistra».

mozione di sfiducia

Foto: Il Sole 24 Ore

Il Pd presenterà una mozione di sfiducia nei confronti del presidente del Consiglio in merito al caso Siri. A renderlo noto è stato il presidente dei Senatori Dem Andrea Marcucci, che ha chiesto formalmente a Giuseppe Conte di recarsi in Aula «a spiegare lo stato della situazione relativa al sottosegretario Siri». «Il braccio di ferro tra Lega e Movimento 5 Stelle impone al presidente del Consiglio immediati chiarimenti anche sulla reale salute della coalizione», ha spiegato Marcucci. «Questo continuo braccio di ferro tra Lega e M5S – ha concluso – fa ulteriori danni al Paese».

A favore dell’iniziativa si è schierato anche il segretario Nicola Zingaretti. «Bene l’annuncio del presidente Marcucci sulla mozione di sfiducia. L’Italia è paralizzata da continui litigi di due “alleati complici” dello sfascio», ha commentato su Facebook. «Sono uniti solo dalle poltrone che occupano, ma non hanno nessuna idea sul futuro del Paese che ha bisogno di lavoro, investimenti, infrastrutture e, in maniera sempre più evidente, di una politica estera. Il teatrino delle polemiche deve finire».

Armando Siri, sottosegretario ai Trasporti della Lega, risulta indagato dalla procura di Roma con l’accusa di corruzione. I magistrati lo accusano di aver ricevuto 30 mila euro – o di essersi fatto promettere tale somma – in cambio dell’approvazione di una norma riguardante la costruzione di impianti eolici. Secondo i PM il corruttore sarebbe Paolo Arata, professore e imprenditore ex Deputato di Forza Italia. Arata avrebbe chiesto di far approvare una norma che avrebbe reso più larghe le maglie per gli incentivi legati alle energie rinnovabili, di cui avrebbero beneficiato anche le sue società operanti nel settore. A oggi la norma non è mai stata approvata a causa del parere contrario di altri membri del governo. Secondo la procura, però, Siri avrebbe provato per tre volte a inserirla in un testo di legge, segno del suo asservimento «a interessi privati».

Come anche il ricorso contro la legge di bilancio presentato a fine dicembre, la mozione di sfiducia del Pd sembra però destinata a fallire. Forza Italia, principale partito di opposizione insieme ai Democratici, si è infatti detta contraria all’iniziativa di Marcucci. Silvio Berlusconi considera il provvedimento il «solito drammatico errore della sinistra», portato avanti «sulla base di un sospetto, prima ancora che cominci un processo». «Come sempre, fedele alla sua storia, Forza Italia lavorerà per sconfiggere questo governo con gli strumenti della democrazia e non certo cavalcando vicende giudiziarie o avallando quelle che frequentemente si sono rivelate indebite intrusioni di certa magistratura nella politica», è la posizione ufficiale dei forzisti. «Non si può trasformare la presunzione di innocenza garantita dalla nostra Costituzione in presunzione di colpevolezza».

Redazione La Clessidra

Redazione La Clessidra

LEAVE A COMMENT